ASSOCIAZIONE CATTOLICA ENTE COMASCO CINEMA
via Giulio Cesare 3 - 22100 Como (CO) - +39 031 261234
cinema.astracomo@gmail.com - P.IVA 01715260137

Il regista Amelio all`Astra il 17 aprile presenta Padre quotidiano



13-04-2018

Il rilancio del cinema Astra avrà come straordinario padrino il regista Gianni Amelio che martedì 17 aprile alle ore 21 sarà presente in sala per presentare il suo ultimo libro “Padre quotidiano” (Mondadori – 2018). Al termine dell`incontro l’autore è disponibile a firmare copie del volume. Amelio dialogherà con il regista comasco Paolo Lipari, che, anche in qualità di presidente dell’ACECC (associazione cattolica ente comasco cinema) lancerà l’innovativo progetto ASTRA HUB per il rilancio dell’Astra e di altre 7  sale di comunità che dal maggio prossimo saranno messe in rete per trasmettere in diretta streaming un ricco calendario di eventi culturali. L`evento infatti è organizzato dall`Associazione Sguardi, animatrice del Festival del Cinema Italiano a Como epartner del progetto Astra HUB, in collaborazione con “Un mondo di libri” e l’associazione “Parolario” che nella prossima edizione della kermesse letteraria ospiterà proprio all’Astra un evento in programma.

“Ringrazio fin d’ora l’amico Amelio – commenta Lipari – averlo come ospite credo sia un onore non solo per noi di Astra, ma per l’intera città. Astra, con il nuovo progetto di rilancio, si candida a diventare un nuovo polo culturale aperto a 360 gradi ai temi dell’uomo e avere il grande regista italiano come “padrino” vuole dare subito il segno della qualità e dell’impegno che ci stiamo mettendo”.

 

In occasione della presenza di Amelio il lunedì 16 alle 21,e il pomeriggio del 17 alle 15.30 sarà proiettato nell’ambito del Cineforum e aperto anche ai non soci, il film “La Tenerezza” vincitore di un David di Donatello 2018 per il miglior attore protagonista, Renato Carpentieri. Il film verrà replicato il 18 con doppia proiezione alle 15.30 e alle 21, sempre nell’ambito dell’iniziativa del cineforum.

 

DONA E PRENOTA LA POLTRONA - L’evento del 17 è ad ingresso gratuito. Sarà possibile, grazie alla nuova piattaforma digitale che sostiene le iniziative di ASTRA, prenotare fino a due poltrone per la serata se si diventa donatori del progetto. Sarà dunque anche il battesimo ufficiale di “Dona e prenota la poltrona”. La campagna di crowdfounding in collaborazione con Fondazione Comasca, per coinvolgere la popolazione al sostegno del rilancio di ASTRA. Il meccanismo è semplice: per poter avere fino a due poltrone prenotate basterà andare su www.astracinema.it, cliccare dall’homepage su “Dona e prenota” e fare una donazione da 1 euro in su per poi poter scegliere le poltrone in sala. Sulla propria mail sarà spedito il coupon di conferma con l’indicazione in pianta dei propri posti. Il coupon sarà poi mostrato all’ingresso del cinema o su carta, se stampato, o direttamente dal proprio smartphone.Per questo appuntamento e in via sperimentale saranno riservati all’iniziativa “dona e prenota la poltrona” 50 posti da scegliere dall’intera pianta della sala.

 

SINOSSI DEL LIBRO - Durante le riprese di Lamerica, nel 1993, Gianni Amelio riceve da Ethem Zekaj, padre del giovane albanese il cui sguardo riempie l`ultima immagine del film, una proposta sconcertante che è, insieme, un ordine e una preghiera, e ha il potere di risvegliare in lui le tracce di un`antica ferita, l`assenza di un altro padre. Nel suo libro Amelio racconta come abbia deciso di adottare quel ragazzo, onorando l`atto d`amore di un padre pronto a separarsi da suo figlio per dargli un futuro meno incerto. L`apprendistato di padre putativo è scandito dalle fasi della travagliata lavorazione del film e dal ritratto di un`Albania ancora schiacciata dalle macerie della dittatura, tanto lontana dall`Italia di allora e tanto simile alla Calabria del dopoguerra, dove Amelio ha vissuto la sua infanzia. Sospeso fra due paesi, due caratteri, due culture, "Padre quotidiano" rievoca gli anni inquieti in cui si aprì la stagione delle migrazioni via mare, che continua a riversare sulle coste italiane il suo carico di dolore e di morte. 

SINOSSI DEL FILM La Tenerezza, parla di un padre e i suoi figli non amati, un fratello e una sorella in conflitto, una giovane coppia che sembra serena. E i bambini vedono e non possono ribellarsi. Una Napoli inedita dove il benessere può mutarsi in tragedia anche se la speranza è a portata di mano.